I cumentzus di Isili, ricco campionario di motivi decorativi

Tra i numerosi manufatti della tessitura tradizionale in Sardegna presenti nell'archivio, di particolare interesse è la ricca raccolta dei cumentzus di Isili, paese di antica tradizione tessile situato nella sub-regione del Sarcidano.

 

I comentzus sono dei piccoli campioni di tessitura che riportano uno o più motivi e vengono usati dalle tessitrici direttamente durante il lavoro al telaio, per conteggiare i fili di orditi nell’esecuzione del disegno prescelto.

 

Tale campionatura era tradizionalmente considerata dalle donne che si dedicavano alla tessitura un bene esclusivo, da custodire con una ristretta circolazione familiare.

 

I comentzus presenti nell’archivio hanno varia datazione che va dalla fine del 1800 ai giorni d’oggi. Anche i campioni più recenti, tuttavia, riportano un motivo antico. Infatti è compito della tessitrice riprodurre esattamente il campione quando questo è logoro per l’usura o quando serve una copia per un utilizzo personale.

 

I motivi decorativi presenti sono numerosi, citiamo i più diffusi: Su broccáu – Il broccato; Sa pavonessa – La pavonessa; Su dindu – Il pavone; S’áquila o s’áchili – L’aquila; Is ocras – Le oche; Is puddas – Le galline; Sa pudda tremi tremi – La gallina tremolante; Sa pudda pillonada – La gallina con pulcini intorno; Su pilloni cun sa coa attrotoxiáda – L’uccello con la coda attorcigliata; Su pilloni de cáscia – L’uccello della cassapanca; Su pilloni fui fui Un uccello in movimento; Su pilloni de ada e ruxi – Un uccello con la coda incrociata; Is pillonis cúccur’a pari – Motivo geometrico con due uccelli; Is cèrebus a corrus longus – I cervi con le corna lunghe; Is cèrebus a pèis pinnigaus  – I cervi con i piedi piegati; Is cerebixeddus  – I cerbiatti; Is cuáddus dopius – I cavalli doppi; Is molenteddus – Gli asinelli; Su leoni – Il leone; Is lillus – I gigli; Is gravellus – I garofani; Is arángius Le arance; Is isprighixeddus – Gli specchietti; Is isprighus mannus – Gli specchi grandi; Is arrosas incadenatzadas – Le rose incatenate; Is matas antigas – Gli alberi antichi; Su velludu – Il velluto; Is istellas – Le stelle; Sa mosta de aba – Motivo geometrico floreale; Is casteddus – I castelli; Is campanilis – I campanili; Su bastimentu o sa navi – La nave; Su dragu – Il drago; S’urrèi a cuáddu – Il re a cavallo; S’urrèi cun sa spada – Il re con la spada; Sa cassa manna – La caccia grossa (rappresenta una scena di caccia al cervo o al cinghiale); Sa cassa pittía – La caccia piccola; Santu Giorgiu – San Giorgio; Is ángelus – Gli angeli; Su ballu sardu – Il ballo sardo; Sa mosta e crésia – Rose ad otto petali all’interno di bordure geometrizzate.

 

Consulta l'archivio vedi i cumentzus

 

Immagini

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading