I lavori degli studenti di Progettazione II del Corso di Laurea in Disegno Industriale - Firenze

I progetti sviluppati dagli studenti nell'ambito del corso di Progettazione II del Corso di Laurea in Disegno Industriale - Dipartimento di Architettura DIDA dell'Università di Firenze - , partono da un'approfondita analisi di un materiale, la ceramica, e dei relativi processi di lavorazione e finitura, strettamente legati al territorio di riferimento, quello toscano.

 

Il corso di Progettazione II ha come obiettivo l'interrogarsi sul rapporto tra design e territori e su ciò che questo significa in termini di recupero di decori, forme, lavorazioni, materiali che costituiscono il banco di prova della bravura degli artigiani ed espressione delle comunità di riferimento. Sesto Fiorentino, Montelupo, Impruneta e le Crete senesi sono le aree di produzione della ceramica toscana prese in analisi dagli studenti per portare a compimento il progetto, dalla fase di ricerca a quella progettuale.

 

Per ognuno di questi territori sono state indicate alcune aziende d'eccellenza per osservare da vicino la produzione ed analizzarla nelle diverse fasi; a questo proposito è stata proposta la compilazione di alcune schede per i manufatti ceramici toscani scelti e presi in analisi che ha consentito di uniformare il processo di indagine oltre che contribuire all'arricchimento dell'archivio.

 

La fase di ricerca sul territorio è stata effettuata da gruppi ristretti di studenti che hanno riportato in un book collettivo tutto il materiale testuale, orale e fotografico raccolto, ed hanno, in un secondo momento, stabilito l'iter progettuale da percorrere secondo le osservazioni e le conclusioni derivate dal processo di ricerca con l'obbiettivo di apportare un adeguato tasso di innovazione e di favorire lo studio di applicazioni congruenti per l'ideazione di prodotti o collezioni ai fini del mantenimento e della salvaguardia della ceramica toscana.

 

Lo studio della ceramica da parte degli studenti è avvenuto a diversi livelli: nel processo di lavorazione, nella finitura , nella decorazione, nella reinterpretazione della funzione o nell'individuazione di una nuova destinazione d'uso. Un book di progetto individuale è servito ad illustrare il passaggio dal concept al prodotto, dal dettaglio della lavorazione ai disegni esecutivi.

 

La tavola finale riassuntiva del percorso effettuato dallo studente riporta in tre aree quelle che sono state le fasi chiave dell'iter di progetto: la ricerca sul territorio con fotografie, schizzi e una breve descrizione testuale; l'elaborazione del concept illustrato attraverso moodboard e keywords; la definizione delle scelte di progetto rappresentate mediante disegni tecnici quotati, legende materiali e specifiche finiture.

 

Il corso di Progettazione II è stato coordinato dal Prof. Giuseppe Lotti, affiancato da Daniela Ciampoli, Marco Marseglia e Sofia Crescioli nel 2° semestre dell'anno accademico 2012/13.

Immagini

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading