Tessitura "a brìali", "a brìabi", "a lìttos", "a mustra"

La tessitura diversamente denominata a brìali, a brìabi, a lìttos o a mustra è una tessitura operata largamente utilizzata, nella tradizione sarda, per la realizzazione di manufatti di uso quotidiano e di uso festivo quali bisacce, coperte, copricasse e copritavoli. I motivi, ottenuti con i movimenti dei licci, possono essere semplici come piccoli scacchi o piccoli rombi, oppure più elaborati fino a formare intricate composizioni di elementi geometrici.
Questa tecnica è realizzata con l'impiego di cotone o lino in colore neutro sia per l’ordito che per la trama di fondo, con trame supplementari lanciate da cimosa a cimosa in robusta lana sarda.
Per realizzare un tessuto operato è necessario da parte della tessitrice lo studio preliminare del disegno che si vuole ottenere in modo da poter impostare nel proprio telaio il conteggio e la combinazione del passaggio degli fili d'orditi nelle maglie dei  licci.

Contenuti collegati:

Centro territoriale: 
Strumento di lavoro : 

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading